POLIZIA AMMINISTRATIVA E COMMERCIALE
Ferrandina (MT), 25 e 26 marzo 2024
Docente: DOMENICO GIANNETTA – Formatore, Dirigente Polizia Locale
La Regione Basilicata, in collaborazione con Infopol, ha il piacere di segnalare il corso di formazione di 16 ore, a Ferrandina (MT) in data 25 e 26 marzo 2024, per operatori della Polizia Locale su "POLIZIA AMMINISTRATIVA E COMMERCIALE"


Link:
Consulta il programma
Note:




DATACITTA'PREZZOPROMOZIONE
lunedì 25 marzo 2024Ferrandina (MT) - ISCRIZIONI APERTEDettagliGratuitoNon disponibile
Sede: SALA DA DEFINIRE
Orario: 8.30 – 13.30 e 15.00 – 18.00
Sede:
Orario: 8.30 – 13.30 e 15.00 – 18.00
Sede:
Orario: 8.30 – 13.30 e 15.00 – 18.00
lunedì 25 marzo 2024Dettagli€ DAL COMANDONon disponibile
lunedì 25 marzo 2024Dettagli€ DA CASANon disponibile

POLIZIA AMMINISTRATIVA E COMMERCIALE

 

Giornata formativa di 16 ore

Luogo: FERRANDINA (MT), SALA DA DEFINIRE

Data: lunedì 25 marzo e martedì 26 marzo 2024

Orario: 8.30 - 13.30 e 15.00 - 18.00


PROGRAMMA

LO SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE

Il ruolo dello Sportello Unico Attività Produttive – D.P.R. 7 Settembre 2010 n. 160
Lo strumento telematico e interlocutore tra l’Impresa e la Pubblica Amministrazione
I procedimenti da attuare tramite il SUAP - La gestione del SUAP
Il Decreto Legislativo n. 147 del 6 agosto 2012 di riforma del D.Lgs. 59/2010 (c.d. Direttiva Bolkestein) e la Circolare del Ministero per lo Sviluppo Economico del 12.09.2012 n. 3656
Le novità delle leggi 106, 111, 148, 214 del 2011 e dei Decreti Legge n. 1 del 24.01.2012 e n. 5 del 09.02.2012
La Legge Madia n. 124 del 7 agosto 2015
I Decreti Madia 126 e 127 del 30 giugno 2016 su scia e conferenza di servizi
Il Decreto Legislativo n. 222 del 25/11/2016, cosiddetta SCIA 2
Legge 30/12/2023, N. 214 – Legge annuale per il mercato e la concorrenza 2022
Normativa Regionale

LA POLIZIA AMMINISTRATIVA

Il testo unico di pubblica sicurezza: Polizia amministrativa e pubblica sicurezza, limiti e distinzioni alla luce della giurisprudenza costituzionale
Il d.P.R. 616/1977 e il d.lgs 112/1998 gli elementi di distinzione
La Riforma del titolo V della Carta Costituzionale
L’art. 117 della Costituzione: potestà legislativa dello Stato e delle regioni
La potestà regolamentare delle regioni e degli enti locali
I requisiti soggettivi per l’esercizio dell’attività
L’esercizio della discrezionalità e la tutela dell'interesse pubblico
Le prescrizioni e l'abuso del titolo autorizzatorio
Le competenze dell'autorità provinciale e locale di Pubblica Sicurezza
Il sistema sanzionatorio previsto dall'art. 17 e seguenti del TULPS
I proventi delle sanzioni

SAFETY E SECURITY

I passaggi salienti della Direttiva del Ministero dell’Interno n. 11001/1/110/(10) del 18 luglio 2018 si sostanziano in alcuni punti che saranno analiticamente trattati nel dettaglio e che costituiscono le linee guida per l’individuazione delle misure di contenimento del rischio in manifestazioni pubbliche con peculiari condizioni di criticità :
- Accesso all'area
- Varchi e vie di allontanamento
- Capacità di affollamento dell’area
- Suddivisione della zona in settori
- Protezione antincendio
- Gestione dell'emergenza
- Operatori di sicurezza
- Manifestazioni in spazi non delimitati: uso delle bombole di gas
- Ruolo del Questore nell’ambito delle manifestazioni di cui agli artt. 18 e 25 del RD n. 773/1931
- Ruolo del Comune che potrà rilasciare direttamente il provvedimento autorizzativo, indicando nello stesso le misure di sicurezza da adottarsi
- Rivisitazione e reductio ad unum delle misure di safety da adottare in occasione di pubbliche manifestazioni ed eventi di pubblico spettacolo
- Definire i passaggi procedurali e favorire, nell’ottica di un “approccio flessibile” alla gestione del rischio, la migliore parametrazione delle misure cautelari rispetto alle “vulnerabilità” in concreto rilevate in relazione a ciascun evento viaggiante, artisti di strada, carri allegorici, ecc.)
- L’analisi delle vulnerabilità dei luoghi di pubblico spettacolo
- Il POS&S (Piano Operativo Safety & Security)
- Il contenuto minimo del Piano di Safety : da chi è predisposto, chi ne è il responsabile e a chi è demandata l’esecuzione
- La realizzazione del Piano del Soccorso Sanitario
- La predisposizione del Piano di Prevenzione Incendi
- Il ruolo degli operatori appositamente formati: chi possono essere questi soggetti
- L’utilizzo e la formazione degli steward 
- Il ruolo del COM (Centro Operativo Comunale) e delle Associazioni di Protezione Civile
- L’impiego del personale delle forze di polizia necessario a garantire le condizioni di security
- Le spese del personale di polizia locale relative alle prestazioni pagate da terzi ai sensi del Decreto-legge 24/04/2017, n. 50 convertito in legge 21/06/2017, n. 96
- La responsabilità dei vari soggetti convolti dal punto di vista autorizzatorio e dei controlli

IL CODICE DELLO SPETTACOLO E LE ATTIVITÀ DI INTRATTENIMENTO

La Direttiva del Ministero dell’Interno n. 557/PAS/U/015764/10089O(1)SIC(2) del 30/10/2017 sui servizi di controllo delle attività d’intrattenimento e dello spettacolo
Le novità introdotte dalla legge 175 del 22/11/2017
Le attività di spettacolo ed intrattenimento ed il conseguente regime autorizzatorio
La Commissione Provinciale e Comunale sui Pubblici Spettacoli
L'agibilità dei locali e le prescrizioni di pubblica sicurezza
Le sagre e le feste patronali
I fuochi pirotecnici a terra e in acqua – Le lanterne volanti
L’accensione dei falò
Le processioni – I cortei – Le rappresentazioni >

Storiche – I Presepi
Gli spettacoli viaggianti (giostre, circhi, gonfiabili, ecc.)
Artisti di strada e Rave party
Escape Room - Parere del Ministero dello Sviluppo Economico Prot. n. 365359 del 07/09/2017
Prevenzione incendi e inquinamento acustico
- Le attività di pubblico spettacolo (esercizio pubblico, feste, sagre, manifestazioni, attrazioni dello spettacolo
L'installazione straordinarie illuminazioni pubbliche in occasione di festività civili o religiose o in qualsiasi altra contingenza
Federalismo fiscale: le segnalazioni qualificate per contrastare l’evasione fiscale
La Regolarità Fiscale ai sensi dell’articolo 15-ter, del Decreto-legge 30 aprile 2019, n. 34, come convertito con Legge 28 giugno 2019, n. 58: il Regolamento Comunale e le procedure di verifica di regolarità fiscale
Il Regolamento comunale del canone patrimoniale di occupazione del suolo pubblico e di esposizione pubblicitaria in attività di pubblico spettacolo (il cd. Canone unico, disposto dai commi 816-847 della legge n. 160/2019) in vigore dal 1° gennaio 2021
La disciplina delle manifestazioni patrocinate e organizzate dal Comune

ISTRUTTORIA DEGLI ATTI AI FINI DEL RILASCIO DELLE LICENZE DI POLIZIA

I compiti del SUAP, dell’Ufficio Tecnico Comunale e della Polizia Locale
L’istruttoria delle pratiche presentate attraverso l’utilizzo della piattaforma SUAP
La musica di allietamento negli esercizi pubblici
I pubblici spettacoli nei circoli privati e negli esercizi pubblici
Il controllo degli apparati radiotelevisivi: SIAE e Canone Rai
La comunicazione ai sensi degli artt. 18 e 25 del TULPS
Il rilascio dell’agibilità temporanea o definitiva ai sensi dell’art. 80 del TULPS
Il rilascio del titolo abilitativo ex art. 68 e 69 del TULPS
Gli eventi organizzati dal Comune: cosa prevede la norma e quali atti vanno predisposti
Gli eventi organizzati dalle associazioni no profit ed onlus: cosa prevede la norma e quali atti predisporre
La legittimazione delle attività di trattenimento svolte a scopo presunto «non di lucro» dalle associazioni, comitati o simili
Il parere della Commissione Comunale di Vigilanza sui Pubblici Spettacoli
Il parere della Commissione Provinciale di Vigilanza sui Pubblici Spettacoli
La SCIA per gli eventi fino a 200 persone che si concludono entro le ore 24 del giorno di inizio
Decreto-legge 16/07/2020, n. 76 - Art. 38-bis Semplificazioni per la realizzazione di spettacoli dal vivo
La certificazione sulla prevenzione incendi di impianti provvisori elettrici per
Il Piano di Impatto Acustico e disturbo della quiete pubblica 
Le Ordinanze di disciplina della circolazione stradale
Le Ordinanze di tutela della sicurezza urbana e dell’incolumità pubblica

L’IMPIEGO DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE NELLE ATTIVITÀ DI CONTROLLO

Gli eventi a rilevante impatto locale di cui alla direttiva della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 12/11/2020 paragrafo 2.3.1
Nell’ambito della gestione della sicurezza, devono essere previsti operatori destinati alle seguenti mansioni: assistenza all’esodo, instradamento e monitoraggio dell’evento e lotta all’incendio;
Il riconoscimento dei benefici previsti dal d.lgs. n. 1/2018 e il rimborso delle spese sostenute
Presidenza del Consiglio dei Ministri Circolare 18461 del 10/03/2009: Organizzazioni di volontariato nelle attività di protezione civile. Chiarimenti in ordine all’applicazione dell’art. 6, comma 3 e seguenti, del DL 23/02/2009 n. 11 «Misure urgenti di sicurezza pubblica e di contrasto alla violenza sessuale nonché in tema di atti persecutori»
Presidenza del Consiglio dei Ministri Circolare 32320 del 24/06/2016 : Indicazioni operative concernenti finalità e limiti dell’intervento delle organizzazioni di volontariato di protezione civile a supporto delle autorità preposte ai servizi di polizia stradale
Presidenza del Consiglio dei Ministri Circolare 45427 del 06/08/2018 : Manifestazioni pubbliche precisazioni sull’attivazione e l’impiego del volontariato di protezione civile
Ministero dell’Interno Circolare 11001/1/110/(10) del 14/08/2018 : Dipartimento della Protezione Civile – Circolare 06/08/2018 – Precisazioni sull’attivazione e l’impiego del volontariato di protezione civile nelle manifestazioni
Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento Protezione Civile Circolare 10656 del 3 marzo 2020 – Definizione della catena di comando e controllo, del flusso delle comunicazioni e delle procedure da attivare in relazione allo stato di emergenza
Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento Protezione Civile Circolare 15283 del 29 marzo 2020 «Misure operative per l’attività del volontariato di protezione civile nell’ambito dell’emergenza epidemiologica da COVID 19»
Regione Emilia Romagna Circolare re del 3 marzo





Condividi corso: