Verbania, 15 marzo 2023
Giornata di studio gratuita
Docente: DOMENICO GIANNETTA - Formatore, Comandante Polizia Locale
Infopol, con il patrocinio del Comune di Verbania, organizza una giornata di studio gratuita per gli operatori della Polizia Locale sulla polizia commerciale
Link:
Consulta il programma
Note:


DATACITTA'PREZZOPROMOZIONE
mercoledì 15 marzo 2023VerbaniaDettagliGratuitoNon disponibile
Sede: Villa Giulia, corso Zanitello 8

POLIZIA COMMERCIALE
Commercio al dettaglio su aree private in sede fissa e su aree pubbliche - pubblici esercizi – circoli privati – sale giochi



PROGRAMMA

  • Ore 8.15 – Registrazione partecipanti.
  • Ore 9.00 – Saluti del Sindaco SILVIA MARCHIONINI e del Comandante Polizia Locale di Verbania ANDREA CABASSA
  • Inizio lavori – Presiede ANDREA CABASSA

 

DOMENICO GIANNETTA

SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE

Il ruolo dello Sportello Unico Attività Produttive – D.P.R. 7/9/2010 n. 160
Lo strumento telematico e interlocutore tra l’Impresa e la Pubblica Amministrazione
I procedimenti da attuare tramite il SUAP - La gestione del SUAP
Il D.lgs. n. 147 del 6/8/2012 di riforma del D.lgs. 59/2010 (c.d. Direttiva Bolkestein) e la Circolare del Ministero per lo Sviluppo Economico del 12/9/2012 n. 3656
Le novità delle leggi 106, 111, 148, 214 del 2011 e dei Decreti-legge n. 1 del 24/1/2012 e n. 5 del 9/2/2012
La Legge Madia n. 124 del 7/8/2015
I Decreti Madia 126 e 127 del 30 giugno 2016 su scia e conferenza di servizi
Il Decreto Legislativo n. 222 del 25/11/2016, cosiddetta SCIA 2

POLIZIA AMMINISTRATIVA

Il testo unico di pubblica sicurezza: Polizia amministrativa e pubblica sicurezza, limiti e distinzioni alla luce della giurisprudenza costituzionale
Il d.P.R. 616/1977 e il d.lgs 112/1998 gli elementi di distinzione
La Riforma del titolo V della Carta Costituzionale
L’art. 117 della Costituzione: potestà legislativa dello Stato e delle regioni
La potestà regolamentare delle regioni e degli enti locali
I requisiti soggettivi per l’esercizio dell’attività
L’esercizio della discrezionalità e la tutela dell'interesse pubblico
Le prescrizioni e l'abuso del titolo autorizzatorio
Le competenze dell'autorità provinciale e locale di Pubblica Sicurezza
Il sistema sanzionatorio previsto dall'art. 17 e seguenti del TULPS
I proventi delle sanzioni

  • Ore 11.00/11.30 – Coffee break

COMMERCIO AL DETTAGLIO
SU AREE PRIVATE IN SEDE FISSA

Norme generali sulla vendita
Commercio al dettaglio e all’ingrosso
Classificazione delle strutture commerciali
Modalità di apertura, trasferimento e ampliamento degli esercizi
Dotazione di aree a parcheggio
Correlazione tra concessione edilizia e autorizzazione commerciale
Esercizio congiunto di vendita al dettaglio ed all'ingrosso
Subingresso nell'esercizio dell'attività ed affidamento in gestione del reparto
Criteri di programmazione urbanistica riferiti al commercio al dettaglio su aree private in sede fissa
Programmazione della rete distributiva al dettaglio su aree private in sede fissa
Vendite di liquidazione e saldi
Pubblicità dei prezzi
Vendite straordinarie
Orari di apertura e di chiusura
Vendita della stampa quotidiana e periodica

COMMERCIO AL DETTAGLIO SU AREE PUBBLICHE

Definizioni e obiettivi della programmazione del settore
Gli orari di vendita
Il rilascio dell'autorizzazione: Autorizzazione per l'esercizio del commercio su aree pubbliche con posteggio (lettera a, comma 1, art. 28 del D.Lgs. n. 114/1998) - Autorizzazione per l'esercizio del commercio su aree pubbliche in forma itinerante (lettera b, comma 1, art. 28 del D.Lgs. n. 114/1998)
Modalità di vendita su aree pubbliche in forma itinerante
Produttori agricoli
Revoca, sospensione e decadenza dell'autorizzazione
Disciplina dei mercati e delle fiere
Aree private e Aree demaniali
Norme igienico – sanitarie per la vendita dei prodotti
Regolamento comunale del canone patrimoniale di occupazione del suolo pubblico e di esposizione pubblicitaria e mercatale (il cd. Canone unico, disposto dai commi 816-847 della legge n. 160/2019)

  • Ore 13.00 – Pausa pranzo
  • Ore 14.00 – Ripresa lavori

ESERCIZI PUBBLICI E PUBBLICI SPETTACOLI
CIRCOLI PRIVATI

Il regime autorizzatorio delle sale da gioco – Art. 86 del TULPS
I Regimi amministrativi di cui al D.Lgs. nr. 222/2016

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE

Bar / ristorante / pizzerie / osteria etc.
Annessa a circoli con caratteristiche di ente non commerciale, aderenti ad Enti o organizzazioni nazionali aventi finalità assistenziali
Annessa a circoli con caratteristiche di ente non commerciale, NON ADERENTI ad Enti o organizzazioni nazionali aventi finalità assistenziali
Al domicilio del consumatore
Esercizi interni a particolari strutture o attività
Per mezzo di distributori automatici
Temporanea in occasione di sagre fiere e manifestazioni temporanee
Attività di trasformazione e/o somministrazione di alimenti in stabilimenti (compresi gi impianti di macellazione), laboratori, centri di cottura
In strutture di vendita all'ingrosso

SALE DA BALLO, SCUOLE DI BALLO, CINEMA E TEATRI

Sale da ballo, discoteche, trattenimenti danzanti
Cinema e teatri (per le manifestazioni teatrali è sufficiente l'agibilità ex art. 80 TULPS)
Scuola di ballo (provvista di strutture per lo stazionamento del pubblico)

STRUTTURE SPORTIVE E DI INTRATTENIMENTO

Impianto natatorio destinato ad un'utenza pubblica (piscina)
Acquascivolo e acqua parco
Manifestazione sportiva in locali/impianti

SPETTACOLI PIROTECNICI

PUBBLICO SPETTACOLO, TRATTENIMENTI PUBBLICI, SPETTACOLI VIAGGIANTI (GIOSTRE, LUNA PARK, CIRCHI, ATTRAZIONI VARIE)

Attività di spettacolo viaggiante (giostre, luna park, circhi, attrazioni varie)
Registrazione e assegnazione codice identificativo delle attività dello spettacolo viaggiante
Spettacoli e trattenimenti pubblici nell'ambito di sagre, fiere o altre manifestazioni
Piccoli trattenimenti o spettacoli senza ballo nelle aree esterne di pertinenza del pubblico esercizio >

di somministrazione di alimenti e bevande

STRUTTURE RICETTIVE

Albergo, Hotel, Villaggio-Albergo, Residenza Turistico-Alberghiera, Albergo diffuso / Campeggio / Villaggio turistico / Ostello / Affittacamere / Attività ricettiva in esercizio di ristorazione / Bed & breakfast / Casa per ferie / Centro vacanze / Residenze rurali (country house) / Residence / Stabilimenti balneari / Agriturismo

SALE DA GIOCO

Il regime autorizzatorio delle sale da gioco – Artt. 86 – 87 – 88 e 100 del TULPS
I Regimi amministrativi di cui al D.Lgs. nr. 222/2016
I requisiti morali e professionali degli esercizi pubblici e delle sale da gioco
Gli esercizi per il commercio in sede fissa e su aree pubbliche
Gli esercizi pubblici 
I circoli privati
La sorvegliabilità degli esercizi pubblici e dei circoli privati

LE DISPOSIZIONI DEL TULPS LEGALE AGLI ESERCIZI DA GIOCO

Le principali disposizioni del TULPS in relazione agli esercizi pubblici
Le prescrizioni di polizia e le procedure sanzionatorie
Il ruolo degli ufficiali e agenti di pubblica sicurezza
Le strutture ricettive e l’obbligo di cui all’art. 109 del TULPS
Le sale da biliardo e da gioco ai sensi dell’art. 110 del TULPS
La tabella dei giochi proibiti
Gli apparecchi idonei per il gioco lecito di cui all’art. 110, comma 6, del TULPS
Gli apparecchi e congegni per il gioco lecito di cui all’art. 110, comma 7, del TULPS
Il divieto di riproduzione del gioco del poker
La produzione e l’importazione di apparecchi e congegni automatici da gioco
L’esercizio del gioco da remoto attraverso personal computer
Le disposizioni del RD 6/5/1940 nr. 635 in tema di esercizi pubblici
Titolo autorizzatorio - Attestato di Conformità – Nulla osta di distribuzione – Nulla osta di messa in esercizio
Le VLT – Video Lottery Terminal
Le sale pubbliche da gioco
Il gioco delle carte, della dama, degli scacchi, del bigliardo, ecc.
I giochi effettuati mediante apparecchi e congegni automatici, semiautomatici ed elettronici da trattenimento e da gioco di abilità indicati nell’art. 110 TULPS - R.D. 18/6/1931, n. 773
I giochi mediante apparecchi meccanici ed elettromeccanici di cui all’art. 14-bis del DPR 26/10/1972 n. 640
L’imposta sugli intrattenimenti
Phone Center - Internet point – Money trasfer
Gli orari di apertura e chiusura degli esercizi pubblici
Il potere di ordinanza del Sindaco artt. 50 e 54 d.lgs. 18/8/2000 nr. 267
Il gioco delle tre carte - La cartomanzia

I CRITERI E I PARAMETRI NUMERICO QUANTITATIVI PER INSTALLARE GLI APPARECCHI DA GIOCO

Ministero dell'economia e delle finanze – Decreto Direttoriale 27/7/2011 - Determinazione dei criteri e parametri numerico quantitativi per l'installabilità di apparecchi di cui all'articolo 110, comma 6 del T.U.L.P.S.
Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli - Decreto Direttoriale Prot. 172999/Ru del 01/06/2021
Determinazione Direttoriale - Regole amministrative per la produzione, l'importazione, l'installazione e l'utilizzo in locali aperti al pubblico degli apparecchi da intrattenimento di cui all'articolo 110, comma 7, del T.U.L.P.S., ivi compresi i parametri numerici dei medesimi apparecchi installabili nei punti di offerta
Le tipologie di gioco

LUDOPATIA E GIOCO D’AZZARDO PATOLOGICO

Decreto-legge 13/9/2012 n. 158 (c.d. “Decreto Balduzzi”) contenente disposizioni in materia di eliminazione dei rischi connessi al disturbo da gioco d’azzardo
La ludopatia
Il gioco d’azzardo patologico – GAP
Il gioco d’azzardo lecito
Le disposizioni regionali per il gioco consapevole e per la prevenzione del gioco d'azzardo patologico

FEDERALISMO FISCALE E LA PARTECIPAZIONE DEI COMUNI ALL’ACCERTAMENTO FISCALE

Legge 2/12/2005, n. 248 - Conversione in legge, con modificazioni, del d.l 30/9/2005, n. 203, recante misure di contrasto all'evasione fiscale e disposizioni urgenti in materia tributaria e finanziaria (Art. 1)

Decreto-legge 31/5/2010, n. 78 - Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica - Convertito con modificazioni dalla Legge 30/07/2010, n. 122 (Art. 18)
Decreto Legislativo 14/3/2011, n. 23 - Disposizioni in materia di federalismo Fiscale Municipale (Art. 2)

LA REGOLARITÀ FISCALE

Articolo 15-ter, del Decreto-legge 30 aprile 2019, n. 34, come convertito con Legge 28/6/2019, n. 58
Il Regolamento Comunale
Le procedure di verifica di regolarità fiscale

LE PROCEDURE DI CONTROLLO E IL SISTEMA SANZIONATORIO

I controlli di polizia amministrativa
I controlli degli esercizi commerciali
I controlli degli esercizi di vendita itinerante
I controlli degli esercizi di vendita su posteggio
I controlli negli esercizi pubblici
I controlli dei circoli privati
Il controllo della sorvegliabilità
Il sistema sanzionatorio del TULPS
Le sanzioni amministrative
Le sanzioni penali
La perizia di impatto acustico per l’esercizio dell’attività di pubblico esercizio
Il disturbo alla quiete pubblica e il superamento dei limiti del piano di zonizzazione acustica – Legge 26/10/1995, n. 447 - D.P.R. 19/10/2011, n. 227
Le disposizioni in materia di prevenzione incendi ai sensi del D.P.R. 1/8/2011 n. 151
La connessione obiettiva con un reato
Prontuario e procedure operative
La redazione degli atti di accertamento

PROCEDURE OPERATIVE - MODULISTICA - PRONTUARIO E MODULISTICA PERSONALIZZABILI - QUESTION TIME E PROJECT WORK

  • Ore 16.00 – Termine dei lavori

SEDE DELLA GIORNATA DI STUDIO

VERBANIA – c/o Villa Giulia, corso Zanitello 8

L’attestato di partecipazione verrà inviato per e-mail

È possibile prenotare coffee break e pranzo al prezzo di euro 13,00

La prenotazione deve OBBLIGATORIAMENTE essere indicata all’atto dell’iscrizione


Condividi corso: