SPORTELLO UNICO ATTIVITA’ PRODUTTIVE Le modifiche apportate alla L. 241/1990 dal D.L.16/07/2020, n. 76 Linee guida per il rinnovo delle concessioni di posteggio per l'esercizio del commercio su aree pubbliche, aventi scadenza entro il 31/12/2020
Corso di aggiornamento per operatori della Polizia Locale
Docente: DOMENICO GIANNETTA – Comandante Polizia Locale - Specialista in Organizzazione e Gestione della Sicurezza Urbana - Esperto Protezione Civile – Sportello Unico Attività Produttive
Infopol ha il piacere di segnalare il corso sul "SUAP" Docente: Domenico Giannetta
Link:
Consulta il programma

DATACITTA'PREZZOPROMOZIONE
giovedì 19 maggio 2022nessunaDettagliNon disponibile
Sede:
Orario: dalle ore 9.00 alle 13.00
Sede:
Orario: dalle ore 9.00 alle ore 13.00
Sede:
Orario: dalle ore 9.00 alle ore 13.00
giovedì 19 maggio 2022Dettagli€ guarda tabella prezziNon disponibile
giovedì 19 maggio 2022Dettagli€ 70 (+ iva per i privati - esente iva per la PA)Non disponibile

SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE SUAP
Le modifiche apportate alla L. 241/1990 dal D.L.16/07/2020, n. 76
Linee guida per il rinnovo delle concessioni di posteggio per l'esercizio del commercio su aree pubbliche, aventi scadenza
entro il 31/12/2020, ai sensi dell'art. 181, comma 4-bis, del D.L. n.34/2020
Il Canone Unico Patrimoniale

PROGRAMMA

 

SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE

Lo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) rappresenta lo strumento esclusivamente telematico voluto dal legislatore per assumere il ruolo di unico interlocutore tra l’Impresa e la Pubblica Amministrazione. Il DPR 160/10 lo definisce come: “unico punto di accesso per il richiedente in relazione a tutte le vicende amministrative riguardanti la sua attività produttiva in grado di fornire una risposta unica e tempestiva in luogo di tutte le pubbliche amministrazioni comunque coinvolte nel procedimento” (art. 1). Il SUAP risulta essere l’unico punto di accesso, attraverso il portale impresainungiorno.gov.it per le pratiche amministrative relative allo svolgimento dell’attività imprenditoriale.

COSA FA IL SUAP

Il Suap consente di poter avviare l’impresa in un solo giorno, assolvendo a tutte le procedure previste per lo start-up d’impresa. Nello specifico il Suap:

• svolge compiti di coordinamento con gli Uffici interni dell’ente destinatario del procedimento amministrativo e con gli Enti esterni (A.s.l., A.r.p.a., Vigili del Fuoco, etc.) coinvolti nelle varie fasi e a diverso titolo nell’ambito dello stesso;
• agisce secondo modalità telematiche, avvalendosi di strumenti tecnologicamente innovativi, quali un proprio portale (impresainungiorno.gov.it), la posta elettronica certificata – P.E.C., la firma digitale, il protocollo informatico, in grado di conferire rapidità nelle risposte, trasparenza e tracciabilità dei procedimenti trattati;
• comunica all’utente impresa/intermediario gli esiti della presentazione dell’istanza, consentendo così l’avvio certo d’impresa;
• provvede, attraverso il portale, alla gestione dei procedimenti, comprese le fasi di ricezione delle domande, la divulgazione delle informazioni, l’attivazione degli adempimenti, il rilascio di ricevute all’interessato ed il pagamento dei diritti e delle imposte

QUALI PROCEDIMENTI ATTUARE TRAMITE IL SUAP

Attraverso il SUAP possono essere gestiti due procedimenti:
• Automatizzato: nei casi in cui l’avvio di un’attività di produzione di beni o di prestazione di servizi, sia soggetto a SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) ai sensi dell’art. 19 della L. 241/1990: l’impresa può iniziare l’attività dalla data di presentazione della segnalazione alla pubblica amministrazione.
• Ordinario: nei casi in cui l’impresa debba presentare preventivamente un’istanza alla pubblica amministrazione: l’attività di produzione di beni/prestazione di servizi potrà quindi iniziare solo a seguito del rilascio di un’autorizzazione da parte della pubblica amministrazione.

CHI GESTISCE IL SUAP

Le funzioni del SUAP possono essere esercitate:
• direttamente dai comuni che si sono accreditati al Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE) in forma singola o associata (comuni accreditati);
• tramite la Camera di Commercio territorialmente competente in caso di delega da parte dei comuni (comuni deleganti).

COME INVIARE UNA SCIA

Se non vi sono adempimenti di pertinenza anche del Registro Imprese ma la denuncia riguarda unicamente il SUAP, la SCIA può essere presentata utilizzando il portale impresainungiorno.gov.it attraverso i seguenti passaggi:
• Verificare che il Comune di riferimento sia accreditato, delegante o silente consultando il portale impresainungiorno.gov.it. Questa prima verifica è fondamentale per individuare il corretto canale di trasmissione con cui inviare la segnalazione:
• se il Comune è tra quelli accreditati, per poter inviare la SCIA è necessario collegarsi sul portale del SUAP del Comune di riferimento;
• se il Comune è tra quelli in delega alla Camera di Commercio territorialmente competente, la SCIA è inviata attraverso il portale impresainungiorno.gov.it.

PROCEDIMENTI ATTIVABILI CON LO SPORTELLO
UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE

AGRICOLTURA, ALLEVAMENTO, PESCA E ATTIVITÀ ESTRATTIVE

Allevamento
Vendita di prodotti agricoli da parte di produttori agricoli
Vendita di latte crudo tramite distributori automatici
Attività nel settore della riproduzione animale
Attività di produzione primaria di alimenti
Agriturismo
Altre attività nell'ambito dell'agricoltura, allevamento, pesca e attività estrattive

INDUSTRIA E ARTIGIANATO

Acconciatori, barbieri, estetisti, tatuatori e piercers
Taxi, noleggio veicoli con conducente
Noleggio autobus con conducente
Rimesse e parcheggi
Noleggio senza conducente (autoveicoli, cicli, moto)
Laboratori artigianali alimentari (gelaterie, pizzerie al taglio, creperie, etc.)
Panifici
Molini
Tintolavanderie e lavanderie a gettone
Attività produttiva (industriale, manifatturiera, altre attività artigianali, ecc.)
Attività di deposito merci
Attività nel settore dei mangimi
Attività del settore alimentare che trattano alimenti di origine animale (Reg. CE 852/2004 e CE 853/2004)
Attività nel settore dei sottoprodotti di origine animale/prodotti derivati (Reg. CE 1069/2009)

COMMERCIO, TURISMO E SERVIZI

Esercizio di vicinato
Media struttura di vendita
Grande struttura di vendita di tipologia G1
Grande struttura di vendita di tipologia centro commerciale (G2-GACP)
Grande struttura di vendita
Merci ingombranti
Vendita Straordinaria di Liquidazione
Spacci interni
Parafarmacia
Vendita al dettaglio per corrispondenza, TV e altri sistemi di comunicazione
Vendita per mezzo di distributori automatici
Vendita presso il domicilio del consumatore
Commercio su aree pubbliche su posteggio (di Tipo A )
Commercio su aree pubbliche in forma itinerante (di Tipo B)
Commercio elettronico al dettaglio Attività di commissionario, mandatario e astatore dei prodotti ortoflorofrutticoli, carnei, ittici
Vendita di cose usate, antiche o oggetti d'arte di pregio o preziose

ATTIVITÀ DI SERVIZIO E PROFESSIONALI (QUALI AD
ESEMPIO: DIRETTORE/ISTRUTTORE DI TIRO A SEGNO,
ATTIVITÀ DI "FOCHINO", ATTIVITÀ FUNEBRE, ATTIVITÀ FOTOGRAFICA, ETC.)

Direttore/Istruttore di tiro a segno
Attività di "fochino"
Attività funebre

IMPIANTI DI DISTRIBUZIONE DI CARBURANTI

VENDITA DI GIORNALI E RIVISTE

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE

Bar / ristorante / pizzerie / osteria etc.
Annessa a circoli con caratteristiche di ente non commerciale, aderenti ad Enti o organizzazioni nazionali aventi finalità assistenziali
Annessa a circoli con caratteristiche di ente non commerciale, NON ADERENTI ad Enti o organizzazioni nazionali aventi finalità assistenziali
Al domicilio del consumatore
Esercizi interni a particolari strutture o attività
Per mezzo di distributori automatici
Temporanea in occasione di sagre fiere e manifestazioni temporanee
Attività di trasformazione e/o somministrazione di alimenti in stabilimenti (compresi gi impianti di macellazione), laboratori, centri di cottura
In strutture di vendita all'ingrosso

SALE GIOCHI

SALA SCOMMESSE E VLT

SALE DA BALLO, SCUOLE DI BALLO, CINEMA E TEATRI

Sale da ballo, discoteche, trattenimenti danzanti
Cinema e teatri (per le manifestazioni teatrali è sufficiente l'agibilità ex art. 80 TULPS)
Scuola di ballo (provvista di strutture per lo stazionamento del pubblico)

STRUTTURE SPORTIVE E DI INTRATTENIMENTO

Impianto natatorio destinato ad un'utenza pubblica (piscina)
Acquascivolo e acqua parco
Manifestazione sportiva in locali/impianti

SPETTACOLI PIROTECNICI

PUBBLICO SPETTACOLO, TRATTENIMENTI PUBBLICI,
SPETTACOLI VIAGGIANTI (GIOSTRE, LUNA PARK,
CIRCHI, ATTRAZIONI VARIE)

Attività di spettacolo viaggiante (giostre, luna park, circhi attrazioni varie)
Registrazione e assegnazione codice identificativo delle attività dello spettacolo viaggiante
Spettacoli e trattenimenti pubblici nell'ambito di sagre, fiere o altre manifestazioni
Piccoli trattenimenti o spettacoli senza ballo nelle aree esterne di pertinenza del pubblico esercizio di somministrazione di alimenti e bevande

STRUTTURE RICETTIVE

Albergo, Hotel, Villaggio-Albergo, Residenza Turistico-Alberghiera, Albergo diffuso
Campeggio/Villaggio turistico
Ostello
Affittacamere/Attività ricettiva in esercizio di ristorazione
Bed & breakfast
Unità abitative ammobiliate ad uso turistico
Rifugi Alpini e Escursionistici
Unità abitative ammobiliate ad uso turistico (non classificate)
Casa per ferie/Centro vacanze
Residenze rurali (country house)
Residence
Casa religiosa
Centro soggiorno studi
Foresteria
Residenze d'epoca
Stabilimenti balneari
Agriturismo

INIZIATIVE PROMOZIONALI

AGENZIA D'AFFARI

CAMBIAVALUTE

ATTIVITÀ DI PRODUZIONE, IMPORTAZIONE,
DISTRIBUZIONE E GESTIONE DI APPARECCHI
AUTOMATICI ED ELETTRONICI DA TRATTENIMENTO

GIOCHI LECITI E/O INSTALLAZIONE DI NEW SLOT E
APPARECCHI DA DIVERTIMENTO E INTRATTENIMENTO

COMMERCIO DI PRODOTTI FITOSANITARI

MAGAZZINI GENERALI

ATTIVITÀ DI DEPOSITO DI ALIMENTI

ATTIVITÀ DI TRASPORTO DI ALIMENTI

Attività di trasporto di alimenti con mezzi propri
Attività di trasporto di alimenti per conto terzi

GESTORI TELEFONIA MOBILE

AGENZIA DI VIAGGIO

ALTRE ATTIVITÀ COMMERCIALI E DI SERVIZI

SANITÀ/SOCIOSANITARIO/ASSISTENZIALE

style="text-align: justify">Strutture sanitarie

EDILIZIA, AMBIENTE, ALTRI ADEMPIMENTI

LA DISCIPLINA DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE DOPO IL
D.LGS. N. 222 DEL 25/11/2016, COSIDDETTA SCIA 2

Tabella A allegata al decreto: i procedimenti amministrativi ed i titoli abilitativi necessari per l'avvio delle attività nei seguenti settori:
• attività commerciali e assimilabili: commercio su area privata e commercio su area pubblica; somministrazione di alimenti e bevande; strutture ricettive e stabilimenti balneari; spettacoli e intrattenimenti; sale giochi; autorimesse; distributori di carburanti; officine di autoriparazione; acconciatori ed estetisti; panifici; tintolavanderie; arti tipografiche, fotografiche ecc.;
• edilizia: ricognizione degli interventi edilizi, regime amministrativo di riferimento: permesso di costruire, Cila, Scia e attività libere;
Ambiente: i procedimenti riguardanti l'Aia (autorizzazione integrata ambientale), la Via (valutazione di impatto ambientale), l'Aua (autorizzazione unica ambientale); le emissioni in atmosfera, la gestione dei rifiuti, l'inquinamento acustico, gli scarichi idrici, le dighe ecc.
I titoli abilitativi sono i seguenti:
la segnalazione certificata di inizio attività (Scia);
Scia unica
Scia condizionata
• l'autorizzazione espressa;
• il silenzio-assenso;
• la comunicazione

LA MODULISTICA UNICA APPROVATA DALLA
CONFERENZA UNIFICATA GOVERNO,
REGIONI E ENTI LOCALI

Adozione dei moduli unificati e standardizzati per la presentazione delle segnalazioni, comunicazioni e istanze – Accordo Repertorio atti 46/CU del 4 Maggio 2017 Accordo del 06/07/2017 con il quale è stato dato seguito al lavoro di semplificazione della modulistica da parte del Governo

LA NORMATIVA REGIONALE

Atteso che la riforma del titolo V della Carta Costituzionale ad opera della Legge costituzionale 18 ottobre 2001, n. 3 prevede la potestà legislativa concorrente da parte delle Regioni durante il seminario saranno effettuati dei focus specifici a seconda della Regione di appartenenza degli iscritti  

GLI ADEMPIMENTI DEI COMUNI IN MATERIA
DI MERCATI E FIERE - DECRETO – LEGGE 30/12/2016,
N. 244 - PROROGA E DEFINIZIONE
DI TERMINI – ART. 6, COMMA 8, PROROGA AL 2018
DELLE SCADENZE DELLE CONCESSIONI PER IL
COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE

Il Decreto Legislativo n. 147 del 6 agosto 2012 di riforma del D.Lgs. 59/2010 (c.d. Direttiva Bolkestein) e la Circolare del Ministero per lo Sviluppo Economico del 12.09.2012 n. 3656
Le novità delle leggi 106, 111, 148, 214 del 2011 e dei Decreti Legge n. 1 del 24.01.2012 e n. 5 del 09.02.2012
La Legge Madia n. 124 del 7 agosto 2015
I Decreti Madia 126 e 127 del 30 giugno 2016 su scia e conferenza di servizi
Il Decreto Legislativo n. 222 del 25/11/2016, cosiddetta SCIA 2
Commercio sulle aree pubbliche concessione ed assegnazione dei posteggi:
• Conferenza Unificata del 5 luglio 2012: criteri da applicare nelle procedure di selezione per l’assegnazione di posteggi su aree pubbliche
• Documento unitario delle Regioni e delle Province Autonome del 13 Gennaio 2013per l’attuazione dell’Intesa della Conferenza Unificata del 05/07/2012, ex art. 70, comma 5, del D.Lgs. n. 59/2010, in materia di aree pubbliche
• Conferenza Unificata del 16/07/2015: Accordo sui criteri da applicare alle procedure di selezione per l’assegnazione di aree pubbliche ai fini dell’esercizio di attività artigianali, di somministrazione di alimenti e bevande e di rivendita di quotidiani e periodici
• Documento unitario delle Regioni e Province Autonome concernente «Linee applicative dell’intesa della Conferenza Unificata del 05/07/2012 in materia di procedure di selezione per l’assegnazione di posteggi su aree pubbliche» del 3 agosto 2016
• Modelli e fac-simili di bando e domande per partecipare alle pubbliche selezioni per la concessione dei palteatici
• Adempimenti necessari per poter programmare e ripensare, in chiave moderna e sicura, il settore dei mercati, fiere e posteggi isolati, in vista delle evidenze pubbliche indicate
• Altri adempimenti da effettuare nell’immediato, da parte di ogni Comune, nel rispetto della normativa sul procedimento amministrativo di cui alla legge 241/1990
• Decreto – Legge 30 dicembre 2016, n. 244 - Proroga e definizione di termini – Art. 6, comma 8, proroga al 2018 delle scadenze delle concessioni per il commercio su aree pubbliche
• Rinnovo delle concessioni in attuazione del disposto di cui all’art. 181, comma 4-bis, del decreto legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito, con modificazioni, nella legge 17 luglio 2020, n. 77 • Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 25/11/2020 con cui sono state approvate le linee guida per il rinnovo delle concessioni di posteggio per l'esercizio del commercio su aree pubbliche, aventi scadenza entro il 31 dicembre 2020, ai sensi dell'art. 181, comma 4-bis, del decreto-legge n. 34/2020, convertito dalla legge n. 77/2020

AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE

Autorizzazione Unica Ambientale: le principali novità introdotte dal DPR 13 marzo 2013, n. 59
L’ambito di applicazione dell’AUA: principali definizioni previste nel regolamento di applicazione
Contenuto dell’AUA: atti sostituiti e rapporto con le precedenti autorizzazioni
Titoli abilitativi sostituiti dall’AUA
Procedura per il rilascio dell’AUA
Contenuti dell’AUA
Raccordo tra AUA e altri riferimenti normativi
Il ruolo dei SUAP: dal DPR 160/2010 al Regolamento AUA
Che cos’è l’AUA - Chi la può chiedere - A chi si chiede - Quando chiederla - Durata e rinnovo - Quando non si può chiederla

GLI ATTI DELLO SPORTELLO UNICO ATTIVITA' PRODUTTIVE

L’istruttoria da eseguire con la chiusura negativa o positiva della pratica
La richiesta di conformazione dell’attività ai sensi dell’art. 19 della legge 241/90
L’assunzione di pareri e/o nulla osta da parte di altre pubbliche amministrazioni
La gestione della richiesta di prevenzione incendi
La gestione della pratica di subingresso, il fitto di ramo d’azienda
La gestione delle aree mercatali
La gestione delle pratiche di commercio itinerante
La gestione della somministrazione e vendita temporanea in occasione di manifestazioni pubbliche
La registrazione sanitaria delle attività di commercio e somministrazione di prodotti alimentari
L’occupazione del suolo pubblico
Escape Room – Parere Ministero dello Sviluppo Economico Prot. n. 365359 del 07/09/2017
Prodotti alcolici – Nota dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli del 09/10/2017, Prot. RU 113015, avente ad oggetto «D.Lgs. n. 504/95. Art. 29, comma 2. Esercizi di vendita di prodotti alcolici. Esclusione dall’obbligo di denuncia. Campo di applicazione»
Le modifiche apportate alla legge 241/1990 dal decreto-legge 16 luglio 2020, n. 76

IL FEDERALISMO FISCALE E LA PARTECIPAZIONE DEI
COMUNI ALL’ACCERTAMENTO FISCALE

Art. 1 – Legge 2 dicembre 2005, n. 248 - Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 30 settembre 2005, n. 203, recante misure di contrasto all'evasione fiscale e disposizioni urgenti in materia tributaria e finanziari
Art. 18 – Decreto Legge 31/05/2010, n. 78 - Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica - Convertito con modificazioni dalla Legge 30/07/2010, n. 122
Art. 2 – Decreto Legislativo 14 marzo 2011, n. 23 - Disposizioni in materia di federalismo Fiscale Municipale

LA REGOLARITA' FISCALE

Articolo 15-ter, del Decreto Legge 30 aprile 2019, n. 34, come convertito con Legge 28 giugno 2019, n. 58
Il Regolamento Comunale
Le procedure di verifica di regolarità fiscale

IL CANONE UNICO PATRIMONIALE

Regolamento comunale del canone patrimoniale di occupazione del suolo pubblico e di esposizione pubblicitaria e mercatale (il cd. Canone unico, disposto dai commi 816-847 della legge n. 160/2019) in vigore dal 1° gennaio 2021

TEST FINALE CON VALUTAZIONE

IL CANONE UNICO PATRIMONIALE

SEDE DECENTRATA IN VIDEOCONFERENZA CON PC/SMARTPHONE

DAL COMANDO E DA CASA (UTENZA SINGOLA) € 70

ISCRIZIONE COLLETTIVA IN VIDEOCONFERENZA CON PC/SMARTPHONE
O ACQUISTO REGISTRAZIONI

FINO A 4 OPERATORI € 270
FINO A 6 OPERATORI € 395
FINO A 8 OPERATORI € 520
FINO A 10 OPERATORI € 645
OLTRE I 10 OPERATORI su richiesta

I PREZZI sono:

 - da intendersi Iva 22% esclusa se la fattura è intestata a un Ente pubblico (art. 10, d.p.r. 633/72). La quota è da intendersi AL NETTO delle spese di bonifico e di marca da bollo (euro 2 su tutte le fatture esenti IVA di importo superiore a euro 77,47) 

- da intendersi + Iva 22% se la fattura è intestata a un privato/azienda. La quota va versata ANTICIPATAMENTE SE PRIVATO/AZIENDA, con bonifico su c/c intestato a: INFOPOL S.R.L. a socio unico – IT05Z0306901789100000006162, INTESA SANPAOLO

La dispensa e l’attestato di partecipazione
verranno inviati per e-mail agli iscritti.


Condividi corso: