ACCERTAMENTI E TRATTAMENTI SANITARI OBBLIGATORI
Il ruolo e la funzione della Polizia Locale e del Sindaco
Modalità Operative e Atti da Redigere
Corso di formazione per operatori della Pubblica Amministrazione
Docente: DOMENICO GIANNETTA – Comandante Polizia Locale - Specialista in Organizzazione e Gestione della Sicurezza Urbana - Esperto Protezione Civile – Sportello Unico Attività Produttive
Infopol ha il piacere di segnalare il corso sugli ACCERTAMENTI E TRATTAMENTI SANITARI OBBLIGATORI Docente: Domenico Giannetta
Link:
Consulta il programma

DATACITTA'PREZZOPROMOZIONE
martedì 7 giugno 2022nessunaDettagliNon disponibile
Sede:
Orario: dalle ore 9.00 alle ore 13.00
Sede:
Orario: dalle ore 9.00 alle ore 13.00
Sede:
Orario: dalle ore 9.00 alle ore 13.00
martedì 7 giugno 2022Dettagli€ guarda tabella prezziNon disponibile
martedì 7 giugno 2022Dettagli€ 70 (+ iva per i privati - esente iva per la PA)Non disponibile

ACCERTAMENTI E TRATTAMENTI SANITARI OBBLIGATORI
Il ruolo e la funzione della Polizia Locale e del Sindaco
Modalità Operative e Atti da Redigere

 

PRESENTAZIONE

Si tratta di un percorso formativo che consolida la giusta sinergia tra normativa e pratica che ambisce ad affrontare il delicato tema della salute mentale. Particolare attenzione viene posta all’analisi della dicotomia tra malattia mentale e pericolosità, tra libertà e dignità, e specificamente nelle procedure tra intervento di polizia e intervento medico.
Il nostro tempo storico, che vede i disturbi mentali assurgere al ruolo di mali del secolo, esige da parte degli operatori una maggiore consapevolezza del ruolo e dei compiti da assolvere per poter salvaguardare la propria e l’altrui sicurezza. 
L’intento è quello di mettere a sistema un modus operandi che sia rispettoso dei diritti della persona umana, ma allo stesso tempo sia in grado di garantire l’esatta applicazione normativa da parte delle autorità (come il Sindaco e la Polizia Locale) che sono chiamate ad assumere l’onere di decisioni importanti che sospendono uno dei principi fondamentali della nostra Carta Costituzionale: il diritto alla libertà personale. Occorre fornire agli addetti ai lavori gli strumenti capaci di renderli consapevoli della drammaticità insita nella limitazione della libertà del malato e insieme della sua necessità; questa guida punta a rientrare tra questi.
A partire da tali premesse è affrontato il tema centrale del ruolo che i vari attori coinvolti possono e devono svolgere nell’esercizio delle proprie funzioni, nonché l’importanza di un lavoro di gruppo che crea i presupposti per la buona riuscita dell’intervento. La sinergia operativa è praticabile se e solo se si parte da un protocollo d’intesa condiviso e sottoscritto dai vari stakeholder nell’interesse del malato, nella ricerca del consenso e nella tutela della salute dei lavoratori coinvolti.
L’analisi procedurale e documentaria costituisce l’hardware su cui agisce il software della mission di tutti gli operatori: la tutela del malato e di tutti quanti sono coinvolti nelle operazioni per evitare di commettere errori che possano mettere a rischio l’attività svolta in quella zona grigia dove non è ben definito il confine tra operazione di polizia e operazione sanitaria.

PREMESSA

Oggi sono circa 450 milioni le persone che in tutto il mondo soffrono di disturbi neurologici, mentali e comportamentali, che comprendono schizofrenia, depressione, disturbi d’ansia, anoressia e bulimia nervose, disturbi da abuso di sostanze stupefacenti, di alcool e disturbi ossessivi. Tali disturbi si presentano in tutte le classi d’età e comportano difficoltà nelle attività quotidiane, nel lavoro, nei rapporti interpersonali e familiari, e sono all’origine di elevati costi sociali ed economici per le persone colpite e per le loro famiglie.

 

PROGRAMMA

ACCERTAMENTO E TRATTAMENTO SANITARIO OBBLIGATORIO

L'accertamento (A.S.O.) ed il Trattamento Sanitario Obbligatorio (T.S.O.) sono due strumenti cautelari rivolti verso una persona affetta da una malattia mentale, la quale si trova in una fase acuta della sua situazione di malessere.

RUOLO E FUNZIONE DEL SINDACO

Il Sindaco agisce in qualità di autorità sanitaria locale. In questa veste, ai sensi dell'art. 32 della Legge n. 833/1978 e dell'art. 117 del D. Lgs. n. 112/1998, può anche emanare ordinanze contingibili e urgenti, con efficacia estesa al territorio comunale, in caso di emergenze sanitarie e di igiene pubblica.

RUOLO E FUNZIONE DELLA POLIZIA LOCALE

La partecipazione della Polizia Locale all'esecuzione dei trattamenti e degli accertamenti sanitari obbligatori non è facoltativa, ma è in funzione di un ruolo ben preciso e specifico che la stessa riveste per tutto il procedimento. Pertanto, la Polizia Locale deve attentamente vigilare sulla corretta esecuzione del provvedimento presenziando alla dinamica dell'intervento, garantendo il rispetto della persona umana nei suoi aspetti fisici e morali e nel diritto alla salute previsto e sancito dalle norme costituzionali.

PROCEDURE OPERATIVE

L’effettuazione dei T.S.O. richiede alcuni accorgimenti operativi e tecnico-giuridici che non sempre vengono adottati. Lo scopo è dunque quello di ricordare alcuni punti fermi di una difficile materia nella quale la delicatezza del tema trattato e il non ben chiaro ruolo della polizia municipale possono portare al rischio, per gli operatori dell'organo di polizia locale, di abuso o, di contro, di omissione, se non altri problemi.

  • Cosa deve fare la struttura sanitaria
  • Cosa deve fare la struttura di polizia
  • L’operatore di polizia deve salire o meno sull’ambulanza
  • L’operatore di polizia può far ricorso ai mezzi di contenimento
  • Proiezione e discussione di aventi realmente accaduti
  • Porto dell’arma in dotazione
  • Utilizzo delle misure di coazione fisica
  • La possibilità di utilizzo delle manette
  • Il documento di valutazione del rischio
  • L’individuazione dei dispositivi di protezione individuale
  • Pubblicazione delle ordinanze ASO e TSO il parere del Garante della Privacy
  • >
  • Le riprese foto e video di operazioni ASO e TSO
  • La figura del mediatore tra la psichiatria e la comunità
  • Discussione e simulazione di casi pratici
  • MODULISTICA

    Proposta di accertamento sanitario obbligatorio
    Ordinanza di Accertamento Sanitario Obbligatorio - Artt. 33 e 34 della Legge 23/12/1978 n. 833
    Proposta di trattamento sanitario obbligatorio extra ospedaliero
    Ordinanza di Trattamento Sanitario Obbligatorio Extra ospedaliero - Artt. 33 e 34 della Legge 23/12/1978 n. 833
    Proposta di trattamento sanitario obbligatorio in condizione di degenza ospedaliera
    Ordinanza Ricovero urgente in Ospedale di persona affetta da malattia mentale – TSO - Artt. 33 e 34 della Legge 23/12/1978 n. 833
    Atto di affidamento alla Struttura Sanitaria
    Rapporti ed Annotazioni di Servizio

    NORMATIVA

    Legge 13/05/1978, n. 180 - Accertamenti e trattamenti sanitari volontari e obbligatori
    Legge 23/12/1978, n. 833 - Istituzione del servizio sanitario nazionale
    Ministero della Sanità Prot. n. 900.3/SM-E1/896 del 21/09/92 come divulgato con Circolare del Ministero dell’Interno n. 5300 del 24/08/93
    Ministero dell'Interno - Circolare n. 3/2001 del 20/07/2001 - Trattamento sanitario obbligatorio per soggetti con patologia mentale - Competenze della polizia municipale
    Parere Ministero dell'interno 9/12/2002 - Competenze polizia municipale in merito trattamento sanitario obbligatorio
    Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome 09/038/CR/C7 – Raccomandazioni in merito all’applicazione di accertamenti e trattamenti sanitari obbligatori per malattia mentale del 29/04/2009 – Artt. 33 – 34 – 35 Legge 23/12/1978, n. 833

    • Garanzie amministrative e giurisdizionali
    • Procedure per l’ASO
    • Procedure per il TSO in degenza ospedaliera
    • Procedure per il TSO extra ospedaliero
    • Libertà di scelta del luogo e del servizio in caso di ASO/TSO
    • Individuazione del luogo in cui attuare il TSO
    • Circostanze in cui non si applicano le procedure ASO/TSO
    • Procedure ASO e TSO in età evolutiva

    Le procedure operative delle 20 regioni d'Italia
    Le procedure operative disposte dall’Arma dei Carabinieri con nota prot. n. 56/46-50-1-1978 "R" del 17/01/2020
    La Circolare del Ministero della Salute n. 0009335-18/03/2020-DGPRE-DGPRE-P - Polmonite da nuovo coronavirus COVID-19 – ulteriori informazioni e precauzioni ed indicazioni operative su utilizzo DPI

    GIURISPRUDENZA

    Cassazione Penale - Cassazione Civile - Consiglio di Stato

    PROTOCOLLO D'INTESA

    Procedure di intervento riguardanti l’effettuazione di Accertamenti e Trattamenti Sanitari Obbligatori

    TEST FINALE CON VALUTAZIONE

    SEDE DECENTRATA IN VIDEOCONFERENZA CON PC/SMARTPHONE

    DAL COMANDO E DA CASA (UTENZA SINGOLA) € 70

    ISCRIZIONE COLLETTIVA IN VIDEOCONFERENZA CON PC/SMARTPHONE
    O ACQUISTO REGISTRAZIONI

    FINO A 4 OPERATORI € 270
    FINO A 6 OPERATORI € 395
    FINO A 8 OPERATORI € 520
    FINO A 10 OPERATORI € 645
    OLTRE I 10 OPERATORI su richiesta

    I PREZZI sono:

     - da intendersi Iva 22% esclusa se la fattura è intestata a un Ente pubblico (art. 10, d.p.r. 633/72). La quota è da intendersi AL NETTO delle spese di bonifico e di marca da bollo (euro 2 su tutte le fatture esenti IVA di importo superiore a euro 77,47) 

    - da intendersi + Iva 22% se la fattura è intestata a un privato/azienda. La quota va versata ANTICIPATAMENTE SE PRIVATO/AZIENDA, con bonifico su c/c intestato a: INFOPOL S.R.L. a socio unico – IT05Z0306901789100000006162, INTESA SANPAOLO

    La dispensa e l’attestato di partecipazione
    verranno inviati per e-mail agli iscritti.


    Condividi corso: